STORIE IN ROSA: Giorgia e il suo amore con Alex Baroni

STORIE IN ROSA: Giorgia e il suo amore con Alex Baroni

I primi passi

Giorgia, nata in in una famiglia di musicisti. ben presto decide di intraprendere la strada
dei genitori studiando con prestigiosi maestri.
La sua carriera musicale, però, inizia nel 1993, quando si classifica al primo posto
all’interno del festival di Sanremo Giovani ottenendo così l’accesso, per l’anno successivo, al
Festiva di Sanremo nella categoria “Nuove Proposte”.
Sarà proprio all’interno dell’ambito musicale che nel 1997 Giorgia conoscerà Alex Baroni.
La loro storia sboccerà in quello stesso anno e durerà fino al 2002, interrompendosi pochi
mesi prima dell’atroce incidente che causerà la morte del talentuoso cantante milanese.

Il tragico incidente

Roma, 19 marzo 2002: Alex Baroni percorre la circonvallazione Clodia in moto mentre
un’auto, che sta compiendo un’inversione di marcia in un angolo poco visibile, lo travolge
in pieno. Scaraventato a terra, viene investito da una seconda auto che transita ad alta
velocità lungo la strada.
Subito ricoverato d’urgenza presso l’ospedale Santo Spirito morirà 25 giorni dopo,
precisamente il 13 aprile, gettando la cantante romana in un disperato tunnel senza uscita.

Una vita da ricostruire

Dopo l’accaduto, Giorgia ha più volte dichiarato di aver attraversato un periodo di grande
crisi; per lei fu un dolore intollerabile e disperato tanto che, ancora oggi, afferma che
all’epoca avrebbe preferito morire insieme a lui piuttosto che continuare a vivere nello
sconforto più totale.
Pur avendo terminato la loro relazione pochissimo tempo prima, i due cantanti erano
rimasti legati e avevano ancora molte cose da dirsi, tante parole in sospeso che il fatale
accaduto getterà per sempre in un infinito silenzio.

Il 2002 ha cambiato tutto. Il mio modo di essere, di pensare: tutto. Avrei voluto morire anch’io, con lui.
Noi ci eravamo lasciati, ma le cose da dire erano ancora tante, troppe… non mi rassegnavo!

Con grande forza, però, la cantante riuscirà a prendere in mano la propria vita e ad andare
avanti.
Simbolo di una donna forte che è riuscita a prendere in mano la sua vita e a ricostruirla; nel
2004 infatti ha conosciuto il suo attuale compagno dal quale, successivamente, ha avuto un
bambino.

Sottovalutiamo quanto sia potente il fatto che ogni mattina ci obblighi comunque ad aprire
gli occhi e ad alzarci dal letto. E l’importante è seguirla, assecondarla. Non trascinare nel
presente un dolore che comunque porti con te, nel sangue: ma appartiene al passato.

Quel che resta…

Nonostante siano trascorsi più di quindici anni, la cantante talentuosa non ha mai smesso
di ricordare il suo ex compagno e di mandargli dei dolci ricordi..
Proprio all’ex compagno, Giorgia ha dedicato le canzoni: “Per sempre”, “Gocce di
memoria” e “Marzo”.

Le cose non vanno mai come credi,
il cuore è pieno di lacrime rotte,
il tempo è ladro di cose mai dette
e so che indietro mai più si ritorna
eppure ancora ti resto vicino
stanotte resta su questo cuscino

Marzo

L’immagine in evidenza è stata presa da TvZap, per rendere omaggio a 2 grandi artisti.

Leave a comment

Send a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *